Untitled Document

La STORIA dell'Emporio de las Mujeres

 

 

“Vedevamo le bambine diventare mamme
e le mamme chiedere aiuto per sfuggire a compagni violenti,
dai quali erano obbligate a ritornare perchè non potevano
permettersi una casa e un lavoro.

Un giorno le abbiamo riunite tutte,
e sono venute in tante.

È nato così l’Emporio de Las Mujeres”.

 

 

“Era il 2012 quando la nostra Associazione, forte di anni di esperienza al fianco della popolazione maya, decide di intraprendere un cammino con le donne vittime di violenza e sfruttamento.
Le abbiamo riunite, abbiamo chiesto loro cosa volessero fare per se stesse: ricevere questa domanda è stato per loro qualcosa di completamente nuovo e rivoluzionario: nessuno prima si era interessato alla loro opinione ed è stata un’emozione enorme vederle alzare timidamente la mano e, una dopo l’altra, dare voce ai propri desideri.
Poco dopo abbiamo attivato corsi di formazione professionale ai quali si sono iscritte in 80: tutte donne con una storia difficile alle spalle, ma tanta voglia di futuro e riscatto. Dopo un anno e mezzo di studio e pratica, molte di loro hanno conseguito il diploma in sartoria o ceramica, e alcune hanno costituito una piccola impresa.

Nel 2015 l’incontro con l’azienda italiana Airone è stato, per queste donne, l’occasione della loro vita. Infatti, grazie al sostegno di Airone siamo riusciti a dotare il laboratorio di attrezzature professionali, e da quel momento le donne dell’Emporio hanno cominciato a produrre e vendere i loro prodotti di artigianato in modo continuativo.
Abbiamo dato alle donne gli strumenti per poter migliorare la loro vita e con questi hanno saputo coltivare il loro talento e farlo crescere. Questa è la nostra missione, e siamo orgogliosi di questo progetto.”  

 

Lorella Pica,
vicepresidente dell'Associazione "Sulla Strada" Onlus

Questo servizio necessita di cookies per funzionare: continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.